Archivi tag: Papa

2012 DA14

A pensarci bene non saprei cosa scegliere…

Farla finita il 15 di febbraio per un asteroide (quella del titolo è la sua sigla per la NASA), aspettare fine mese per collassare difronte alle percentuali elettorali che ci restituiranno uno Stato ingovernabile grazie a vanitosi professori, a cavalieri senza cavallo, a magistrati esibizionisti, a radical chic inefficaci e a comici e ballerine oppure finirla in bellezza con il Conclave che ci sfornerà caldo di Spirito Santo il prossimo Pontefice?

In ognuno dei tre eventi si annidano teorie millenariste che sono il sale di questo blog.

L’asteroide è un segno di Dio, le elezioni, un segno degli uomini e il Papa dimissionario un segno dei tempi.

Da tutti e tre gli eventi potranno nascere cose buone o cattive per l’umanità a patto di sapere se sia meglio morire fulminati da una asteroide oppure subire Bertone sul soglio pontificio o Monti al Quirinale. Solo l’asteroide passerà a 24 mila chilometri dalla terra, gli altri, purtroppo, la abitano.


Gesù

Ultim’ora: scoperto il mistero per cui Berlusconi non sa più cosa fare.

Sta aspettando che Dio gli dica qualcosa in merito al 21/12.

Se infatti in quella data dovesse ritornare Gesù sulle nubi del cielo non ci sarebbe partita e quindi il cavaliere non si candiderebbe. In ogni sondaggio commissionato dal fido Letta, Gesù batte sempre Berlusconi. Il Cavaliere si è lamentato che i sondaggisti sono tutti comunisti.

Gesù non ha ancora fatto sapere niente sulle sue intenzioni che sembra siano legate alle decisioni del Padre. Ma ben informati dicono che vorrebbe restarsene al calduccio in Paradiso fino al 25.

Il Padre decisamente non sta comunicando neanche con quelli che dovrebbero essergli più “vicino” viste le enormità che il Papa sta dicendo rispetto alle unioni omosessuali.

Notizie di corridoio (i soliti corvi, leggi Bertone) dicono che il Padre Eterno non sia neppure un follower del Ratzinger.

In questa situazione di stallo non ci resta che aspettare e pregare.

Il 21 o il 25 fanno una bella differenza, anche per il cavaliere senza cavallo.

 


Papatwitter

I tempi cambiano. Prima san Francesco parlava agli uccelli ora lo fa solo Del Piero.

Ma a cinguettare dal 12 /12 sarà anche il Papa. 350mila si sono già iscritti al suo account per leggere i suoi cip cip. Centoquaranta battute come tutti.

Chissà se anche Dio prima di mandare suo figlio sulle nubi del cielo ci manderà un twist per avvertirci della seconda venuta?

In realtà il Vaticano sta diventando sempre più tecnologico e non disdegna ogni nuovo approccio informatico per tentare di parlare ai giovani. Una volta bastava un campo da calcetto e qualche chitarra ora bisogna saper usare le dita sulla tastiera come la più abile delle dattilografe.

Anche dal punto di vista di sicurezza delle segrete stanze del Papa, dopo le recenti fughe di notizie, sono stati adottati badge e severissimi controlli affidati a monsignor Mitja Leskovar, un mastino sloveno esperto di anti-spionaggio.

La chiesa ogni giorno di più assomiglia al mondo.

Gli uomini corrono ai ripari per tutelarsi dai pericoli e dai rischi, i preti dovrebbero rifugiarsi nella preghiera e confidare che qualunque cosa succeda fa parte della volontà di Dio e rendersi conto che anche loro, anche se vestiti di porpora sono essere umani e quindi sottoposti al limite di questa condizione.

Se Dio dovesse aver pietà di voi ve lo farà sicuramente sapere dal suo account di facebook ma dubito che accetti la vostra richiesta di “amicizia”.

AMEN


Canti (di Natale)

Le guardie svizzere sono figure vestite di leggiadre divise che difendono non il loro Paese, peraltro neutrale a tutto ma non ai danari che riempiono le loro banche, ma il Papa.

Le guardie svizzere hanno alabarde come Ufo robot e caschi come gli spagnoli del ‘500. Ti aspetti che facciano clownerie per come sono vestiti e invece sono soldati veri e propri, molto riservati che si occupano seriamente della difesa del Papa.

Ora non solo della difesa ma anche del suo meritato relax.

Hanno così deciso, sacrificandosi per molti mesi, di affiatarsi in un coro e di produrre un CD di canzoni natalizie tipiche del Nord Europa.

Alcuni sono canti bavaresi che il Santo Padre cantava da bambino.

Trovo irresistibile immaginarmi Ratzinger bambino vestito da piccolo tirolese con le stesse rughe di espressione di adesso che canta sotto la neve di un immacolato paesino circondato dal bosco incantato e sullo sfondo con l’alabarda nella mano destra e una candela nella sinistra tutti gli armigeri svizzeri che intonano canzoni natalizie. Sento l’odore di biscotti allo zenzero e odo le risate dei bimbi che scartano i doni, alcune renne mi sembra mi sorridano.

Quando smette di fioccare la fitta e morbida neve giro la palla e la neve invade di nuovo tutto il paesaggio e la magia incomincia di nuovo.

Mentre altre palle girano ad altri bimbi nel mondo ma è Natale vogliamoci bene e intoniamo un bel canto. Che ne dite di Alleluja.

 


Genitori

Ieri sera ha telefonato mio suocero e ho risposto io, mi ha chiesto come stavo e se mi avrebbe fatto piacere pranzare con lui, ho detto di sì, mi ha chiesto se fosse andata bene questa settimana, ho detto che preferivo la prossima, allora mi ha detto che mi avrebbe chiamato il giorno prima per fissare per il giorno seguente, gli ho detto che così sarebbe stato ottimo, a questo punto mi ha salutato “ciao bionda, un bacio.”

Non voglio sapere niente della vita sentimentale di mio suocero ma visto che telefonava a sua figlia immagino che per tutta la telefonata abbia creduto di parlare con la figlia, quindi, a questo punto, delle due l’una o mio suocero è rincoglionito pesante o sordo come una campana.

In realtà si apre anche un terzo fronte più complesso: ieri mattina mi chiama mia madre che vuole cambiare l’operatore telefonico del telefonino, dopo averle dato alcune informazioni rispetto al suo traffico le mi ha chiesto “se il mio telefono aveva l’AIDS?” io le ho risposto che non frequenta altri che me e che ero ragionevolmente tranquillo che non l’avesse contratto, quindi lei si è ripresa e mi ha detto  ridendo “intendevo l’ADSL”.

Sul momento ho riso anch’io ma se avesse ragione mia madre e il mio telefonino versasse in pessime condizioni di salute tanto gravi da modificare la mia voce in femminile? E se avesse una doppia vita con una relazione non protetta con un tablet?

Ciò che è certo che se il 21 dicembre non ci pensa qualcuno rischiamo di stare ancora qui diversi anni e di sentirne delle belle, che paura!

 


Pacco

Congratulazioni sei stato selezionato e hai vinto…

Solo oggi ho vinto 150.000,00 dollari alla lotteria americana, alcune centinaia a quella Spagnola, e altrettanto a quella inglese.

Poi mi hanno aggiudicato un paio di Iphone e Ipad.

A pioggia sconti, offerte 3×2 e 4×2, cena: mangi due paghi ½, massaggio rilassante fatto dal Dalai Lama in persona a 10 euro, il confessionale del Papa a 5 euro, la suoneria cantata personalmente (a casa tua) da Bono 7 dollari, il famoso corso di cucito offerto a 10 euro al mese da Armani e Garavani, il corso di economia tenuto da Passera in persona (lo paghi solo se diventi direttore di banca), e, a proposito di passera, tutta quella che può volere un presidente del consiglio, vestita e svestita o da svestire, rasata con mille sfumature da acconciatore, bassa e grassa, alta e snella, sorridente, triste, torturabile, sovrapponibile con e senza gadget. Tutta gratis e disponibile per te.

In questo mondo in saldo dove tutti fanno a gara per aiutarti e per farti stare meglio è anomalo sentirsi a disagio, si dovrebbe essere felici nell’essere gioiosamente aiutati a soddisfare ogni bisogno direttamente a casa tua con un piccolo contributo di spese postali.

Una vita, un pacco.