Archivi tag: imu

IMU

Non tutti possono essere democristiani.

La comprensione di quello che sta succedendo al Governo e intorno ad esso richiede l’essere democristiano.

Leggo di giornalisti che si affannano ad attribuire meriti di parte a destra o sinistra per la presunta abolizione dell’IMU.

Leggo di tifosi che sbraitano in curva senza conoscere il pregevole valore di un assist perfetto.

Arroganti come i loro eletti giudicano senza sapere osservare.

Essere democristiani prevede la conoscenza delle conseguenze della potenza del battito d’ali di farfalla e la consapevolezza dei tempi oltre la perfetta conoscenza delle regole del gioco.

Non dico che sia un bene essere democristiani e neppure elogio una parte perché loro sono in ambedue gli schieramenti ma constato che la politica è fatta per i democristiani come l’acqua per i pesci, gli altri devono imparare prima a stare a galla e poi a nuotare.

 


-4

Mancano quattro giorni alla fine annunciata.

È il caso di salutare i parenti lontani, e cercare gli amici di un tempo per consolarci nel vederli invecchiati peggio di noi, vuoi mettere morire con meno pancetta e più capelli?

È il giorno giusto per una bella passeggiata o una breve gita in quel luogo dove non andavamo da molto tempo ma che ci ricorda così tante cose, per vedere ancora una volta quello scorcio, per telefonare da li a quella persona a cui volevamo così bene ma ci siamo persi di vista.

Oggi poi si paga l’IMU chissà se chi ha una casa lo farà pensando che sono soldi buttati e non solo perché è la fine del mondo ma anche perché poi personaggi eletti o nominati come la Minetti possano mettere nelle loro note spese rimborsate dal partito anche i 16 euro per comprare il libro di Guzzanti Mignottocrazia.

Che le nostre tasse finissero a puttane lo si sapeva ma fino a ora credevamo metaforicamente.

Ma chissefrega.  Anche la Minetti morirà fra quattro giorni e brucierà prima di noi con tutto quel silicone.

Pensa positivo finché sei vivo, finché sei vivo.


Saldi

Oggi salti i saldi. Cosa ci sarebbe da comprare se non si hanno i soldi per comprare nulla?

Il Governo gioisce attraverso comunicati stampa trionfanti passati ai telegiornali per i soldi ramazzati con l’IMU. Senza i risultati dell’IMU i conti sarebbero stati peggiori di quelli del governo Berluska, che starà festeggiando con 10 minorenni vestite da Monti e ministri vari.

La città era semi deserta e i negozianti stavano a fumarsi una sigaretta sull’uscio della bottega fra l’aria condizionata da dentro e l’afa da fuori. Fra l’essere surgelati o fritti.

Risanare i conti pubblici non prevede rilanciare l’economia e il lavoro. Succederà finchè si può e poi, da bravi italiani, cominceremo a pregare qualche santo. Fra i favoriti Santa Merkel da Berlino, sant’Obama da oltre mare senza dimenticare san Gennaro buono per tutte le stagioni anche per questa di saldi.