Collezionista

Celo, celo, mima…giocavamo così con le figurine ed erano gli anni ’70. Io non conosco nessuno che le abbia conservate ma qualcuno c’è e, chi lo ha fatto, ha un bel capitale. Non certo come una figurina dell’abbinata 1968 Ryan/Koosman dei New York Mets (32.000 $) e neppure come una palla firmata da Babe Ruth che è quotata circa 30.000 dollari.

Gli americani si sa fanno le cose in grande ma a quanto pare il mercato delle memorabilia italiane poco interessa oltreoceano. L’unica eccezione una foto di Maldini in rosso nero venduta a 500 dollari.

Io sono figlio di un collezionista di quelli seri di francobolli ma anche di tessere telefoniche, di monete, di mini assegni, di ogni cosa potesse essere seriale, purtroppo non di figurine di giocatori di baseball americani.

Io di collezioni ne ho iniziate moltissime ma non ne ho continuata nessuna trovando nel collezionismo una pratica di noia mortale. Il bello è iniziare una collezione ma poi un’altra e un’altra ancora ma la ricerca, il confronto, lo scambio, l’acquisto, l’atmosfera da iniziati dei collezionisti mi fa un po’ paura.

Io non sono mai riuscito a portare a termine quasi nessun progetto della mia vita e quando ci ho provato ho comunque allungato i tempi in distrazioni collaterali che mi hanno allontanato dagli obiettivi finali. Faccio fatica ad accettare il mio modo di essere ma allo stesso tempo sarei seriamente preoccupato se fossi un collezionista.

Ammesso che ci possa essere un day after cosa farei con la palla di Babe Ruth? La tirerei in faccia a uno zombi prossimo ad aggredirmi?

Cosa farei di tutte le mie figurine da 1000 dollari in su? Ci giocherei con un sanguinario non morto?

Celo…Mima…ngia”.

Informazioni su finiscetuttoinvacca

scrivo per mestiere e per divertimento. il resto lo scoprirete leggendo questo blog Vedi tutti gli articoli di finiscetuttoinvacca

3 responses to “Collezionista

  • laura

    anche io giocavo con le figu. a lontanina, a celo celo manca e non ne ho tenuta nessuna, ma io non tengo nulla, sono l’anti collezionista…non so cosa potrò scambiare per salvarmi la vita di froonte a uno zombie… ci penserò

  • lorenzo

    Che flashback … il Trimarchi quasi consumato e le Elisabette …
    Fortuna che hai aggiunto un “quasi”. Io trovo tu abbia perseguito e portato a termine un progetto splendido, quello di essere “te”. Al di là delle convenzioni, raccomandazioni, ostacoli et similia.
    E come da queste parti, ogni tanto, appare un paio di calze bordeaux, da quelle traspare un’ordinata confusione; un’imprevedibile coerenza che, francamente, è “quasi” un’attesa sorpresa …

  • squirtmarina

    Esatto!!!!
    ce lo// Mi ma!!!!
    venite a leggere anche questo!

    http://casasquirters.wordpress.com/2012/10/12/ce-lo-mi-ma/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: