mosca

La mosca non è certo uno di quegli animali che godono il mio favore incondizionato. Sempre meglio delle zanzare che avranno la loro utilità ma faccio fatica a ricordarmelo mentre mi rigiro nudo nel letto con la stanza rovente e loro che mi ronzano nelle orecchie.

Le mosche posseggono una reale utilità, a loro discapito, prima di mettere le ali, e non grazie a una bevanda energetica, sono splendidi vermi ottimi per la pesca, tolto questo, direi che nulla mi affascina di loro. Solo una volta ho visto la foto di un particolare dell’occhio della mosca ingrandito non so quante volte e devo riconoscere è stata una immagine affascinane. Ciò detto la mosca che ronza sui cadaveri apprezzando la carne in decomposizione o si raduna sugli escrementi, diciamo che non sarebbe il primo animale con cui vorrei intavolare una chiacchierata a cena. Però la mosca talvolta fa una cosa che accende la mia fantasia. Quando stai per salire in macchina e sei seduto con ancora la gamba sinistra poggiata a terra e la destra nell’abitacolo vicino all’acceleratore lei entra e si nasconde in un qualche punto ma non appena chiudi la portiera lei comincia a volare e a passarti davanti al naso. Tu puoi aprire anche tutti e quattro i finestrini ma lei non si muove dal deflettore. Tu non la vuoi uccidere ma hai già rischiato il burrone un paio di volte per accompagnarla fuori. Stupido, idiota di un insetto incapace di riguadagnare la libertà a discapito di una morte certa per spiaccicamento o inedia. Ma se invece la mosca con quei suoi occhi prismatici sapesse benissimo dove si trova e sfruttasse solo il passaggio per un suo preciso interesse? Se dovesse raggiungere qualcuno che altrimenti con le sue piccole ali le sarebbe impossibile incontrare? Se amasse l’avventura e la vita on the road, rischi compresi? Ho pensato a questa ipotesi e l’ho trovata più credibile durante un viaggio fra Genova e la provincia di Parma accompagnato da una mosca che non appena arrivati è volata fuori e si è unita in volo ad un’altra che sembrava l’aspettasse.

Secondo me le mosche ci sopravvivranno ma per loro non sarà più così facile viaggiare dopo il 21 dicembre. A ognuno il suo disagio.

 

Annunci

Informazioni su finiscetuttoinvacca

scrivo per mestiere e per divertimento. il resto lo scoprirete leggendo questo blog Vedi tutti gli articoli di finiscetuttoinvacca

2 responses to “mosca

  • mari

    è capitato anche a me di dare un passaggio ad una mosca , entrata nell’abitacolo a Nuoro dove ho fatto sosta per un caffè , è volata via quando sono arrivata ad Obia, che abbia anche lei preso la nave per genova??
    Non amo le mosche, evito di schiacciarle, le scaccio via piuttosto, ma decidono loro quando andarsene…….

  • laura

    sono sempre stata convinta che sia così, se una mosca ha parenti in una città lontana cosa altro può fare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: