Giornali

Stamattina ho letto i giornali on line e ho pensato che tutto sta lentamente scivolando giù verso il basso e che, se anche i Maya non avessero ragione, quello che ci resterà di questo mondo è molto brutto.

Ormai non leggo più notizie di grandi complotti. Non ha neppure più senso pensare ai complotti. Tutto è così infracicato da dentro che è tutto un complotto incancrenito su furberie.

È un po’ come quando manca la luce nelle metropoli e le bande, forti dell’anonimato, sfondano le vetrine e saccheggiano i negozi.

I controllori sono corrotti, la magistratura è di parte, tutta la politica è espressione di poteri forti, la chiesa è uno dei poteri forti, la mafia ha imbevuto ogni tipo di divisa.

Leggo solo le notizie piccole a cavallo fra l’inutilità e l’osceno.

Leggo che gli industriali italiani se non fossero sostenuti da furbate e magheggi sarebbero dei poveracci, l’ultima la famiglia Ragosta che è finita in manette per riciclaggio di danari sporchi di camorra, riciclaggio, evasione fiscale e corruzione di giudici tributari. Per capirci nel loro impero c’erano anche Amaretto di Saronno e i biscotti Lazzaroni,  un marchio una garanzia, nel nome.

Poi ho letto dell’Annunziata e delle polemica con la Guzzanti, provo per ambedue un fastidio urticante perché sono le due facce di una stessa medaglia, quella della vanità espressa nella convinzione di aver ragione, sempre.

Mi ha dato fastidio la notizia del padre di Saviano a cui si interessa la magistratura perché sembra sia un medico un po’ furbetto. Saviano, figlio, di istinto non mi sta simpatico, non per quello che fa ma per com’è, ma questa è solo una sensazione epidermica, ma se ha un padre furbetto mica è colpa sua, semmai, chissà, l’avrà aiutato a tirare fuori la rabbia verso tutto quello che non fosse legale e a diventare quel fenomeno da venerazione bipartisan.

Infine ho letto di Luca e Paolo che si sono tolti i sassolini dalle scarpe nei confronti di Davide Parenti (padre delle Iene) e Mauro Mazza (RAI) rei di averli trattati male. Io considero Luca e Paolo due delle più preparate maschere del teatro italiano degli ultimi anni, tanto che ho anche pagato biglietti per vederli, rilasciare interviste di questo tipo a Chi (diretto da Alfonso Signorini) quello di Kalispera per intenderci, prima di condurre Scherzi a Parte contribuisce all’effetto sabbia nel costume che trovo così contemporaneo da essere diventato una moda di tempi veramente di merda.

 

Advertisements

Informazioni su finiscetuttoinvacca

scrivo per mestiere e per divertimento. il resto lo scoprirete leggendo questo blog Vedi tutti gli articoli di finiscetuttoinvacca

2 responses to “Giornali

  • Cate

    Concordo su tutto!!!!!!!!! Baci

  • zia di Lothar

    un piccolo consiglio che so non è facie da mettere in pratica: capisco che è doveroso sapere cosa succede nella nostra nazione e nel mondo, certamente ti serve per il lavoro e per poter sostenere una qualunque conversazione (della quale non te ne frega niente, però devi), ma prova a visualizzarti su una spiaggia pietrosa, nudo, l’effetto sabbia nel costume sparisce! ti troverai con dei brutti segni, ma basta girarsi od alzarsi e tutto sparisce!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: